La bicicletta come opportunità per lo sviluppo turistico del territorio e con l’occhio anche agli aspetti legati alla salute e alla mobilità alternativa. Si è svolta ad Assisi, a Palazzo Bernabei, sede del corso di Laurea di Economia e Management del Turismo dell’Università degli Studi di Perugia l’incontro “Il cicloturismo: una leva per lo sviluppo economico e sociale del territorio”.

L’iniziativa, moderata dal Professor Fabio Forlani, ha visto la presenza di numerosi esperti locali e nazionali che durante la mattinata hanno espresso i propri punti di vista e i risultati delle loro analisi offrendo importanti spunti legati al cicloturismo.

 

Presentato un volume sul settore scritto da accademici provenienti da discipline diverse

Luca Ferrucci, professore di Economia e Management internazionale presso il Dipartimento di Economia dell’Ateneo perugino, da grande appassionato di ciclismo ha presentato il volume “La bicicletta nel nuovo millennio. La rinascita del settore tra innovazione, internazionalizzazione e sostenibilità” (FrancoAngelo Editore) di cui è co-autore con Giulio Ferrigno e Andrea Piccaluga. Si tratta del primo libro, come ha sottolineato Ferrucci, scritto da accademici (provenienti da discipline diverse: economisti, storici, ingegneri, medici) sul settore delle biciclette che è al centro di importanti cambiamenti di natura tecnologica, economica e sociale. Si suddivide in quattro capitoli con il primo dedicato a una lettura essenzialmente economica del settore e del mercato della bici e il secondo si concentra sulla bicicletta e il suo legame con il turismo.

 

Innovazione, internazionalizzazione e sostenibilità sono le parole chiave

Nel terzo l’argomento principale è la bicicletta come strumento di mobilità nella città mentre la quarta parte si focalizza sul supporto che tale mezzo di locomozione ruote offre alla salute degli individui. Ferrucci ha evidenziato poi il cambiamento in corso nel settore della bici che non muore, ma si trasforma in continuazione andando sempre più incontro alle esigenze e alle opportunità che offre in ambiti diversi di percorsi. “Una rinascita – ha sottolineato Ferrucci – legata a 3 parole chiavi fondamentali; innovazione, internazionalizzazione e sostenibilità”.

 

Per Assisi, teatro dell’evento, punta sul cicloturismo per una crescita economica e turistica del territorio

All’incontro è intervenuto poi il Sindaco di Assisi, Stefania Proietti che ha ribadito la volontà dell’amministrazione comunale di sostenere investimenti legati al cicloturismo. “Una città come quella di Assisi che non ha ancora sfruttato il cicloturismo come fattore di sviluppo – ha rimarcato Proietti -. L’auspicio è quello di poter collaborare con il corso di Laurea per cogliere tutte le opportunità che il mezzo a due ruote offre per la crescita economica e turistica del territorio”.
Durante la mattinata spazio anche a Paolo Bulleri, dirigente area ricerca dell’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche (Isnart) che ha illustrato i dati raccolti nell’ambito del “Rapporto Nazionale sul cicloturismo” dal quale è emerso che 57 milioni di ‘notti’ nelle strutture ricettive, nel 2023, sono direttamente legate a una fruizione cicloturistica.

 

Altro importante aspetto illustrato da Bulleri è il carattere troppo polarizzato di questo tipo di turismo che si concentra ancora solo in alcune regioni del “Bel Paese”, mancando dunque di quella visione nazionale auspicabile per una offerta in linea con quanto viene proposto da altre realtà europee.

Il convegno, a dimostrazione delle potenzialità e delle opportunità offerte dal cicloturismo per la scoperta dei territori e delle città si è concluso un E-Bike tour di Assisi, in collaborazione con VI.VA. APS, Progetto Bo – Oltre l’e-Bike – Assisi, che ha messo a disposizione biciclette a pedalata assistita per lo svolgimento dell’apprezzato tour.

L’incontro “Cicloturismo: una leva per lo sviluppo economico e sociale del territorio” ha rappresentato il terzo appuntamento di “UTH Umbria Tourism Hub – Incontri di Assisi”, progetto di formazione, networking e ‘disseminazione’ ideato dal Corso di Laurea in Economia e Management del Turismo (EMT), con sede ad Assisi, a Palazzo Bernabei, del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia.

 

Immagine in evidenza di Freepik

© Riproduzione riservata