L’aeroporto internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi” avrà una sua fermata ferroviaria di riferimento. Stando a quanto dichiarato durante la presentazione del progetto svoltasi ieri, mercoledì 10 aprile 2024 nelle sale di Palazzo Donini a Perugia, entro la fine del 2027 la nuova stazione ferroviaria di Perugia Collestrada sarà realtà.

La “Perugia Collestrada-Aeroporto”, che sarà collegata con navette ad alta frequenza al “San Francesco d’Assisi”, sarà dotata di marciapiede con pensilina adeguato agli standard di riferimento per le Persone a Mobilità Ridotta (PRM), spazi di attesa e servizi con aree funzionali a garantire interscambio modale tra treno e servizio navetta per l’aeroporto, Kiss&Ride (area di sosta breve) e fermata TPL.

Prevista nel progetto anche una nuova soluzione per la viabilità e un parcheggio collegato al centro commerciale Collestrada. La nuova fermata insisterà su una tratta interessata giornalmente dalla circolazione di circa 47 treni viaggiatori, di cui due coppie di Intercity. A valle dell’intervento di RFI è previsto un potenziale incremento dell’offerta a servizio della nuova fermata fino a 4 treni/h (circa 72 treni/giorno).

 


Video di Enrico Melasecche, Regione Umbria – Assessore alle infrastrutture, trasporti, opere pubbliche e politiche della casa. Protezione civile

 

RFI ha avviato il Progetto di Fattibilità Tecnico Economica sulla base degli input condivisi. Si stima che il completamento delle attività progettuali, a cura di RFI, possa concludersi entro il 2024 e si possano richiedere le autorizzazioni e avviare le attività negoziali nel corso del 2025, a valle dell’approvazione della variante del Piano Regolatore da parte del Comune di Perugia.

“Stiamo costruendo l’Umbria del domani – sono state le parole della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei – non più isolata ma sempre più collegata con il resto del Paese grazie a una rete infrastrutturale finalmente adeguata, condizione abilitante indispensabile per lo sviluppo economico e sociale. La nuova stazione è, inoltre, di fondamentale rilievo per il Polo fieristico “Umbriafiere” di Bastia Umbra e le aree commerciali, nonché utile come contributo al decongestionamento del traffico veicolare in un punto critico della viabilità regionale”.

 

Immagine in evidenza: Fotogramma tratto da video di Enrico Melasecche, Facebook

© Riproduzione riservata